Notizie dai Soci

La Villa Medicea di Artimino ottiene lo status UNESCO di Patrimonio dell´Umanità

04/07/2014

fiogf49gjkf0d

Una giornata di festa a Carmignano per celebrare l´ambito riconoscimento.
CARMIGNANO (Prato) - Da oggi, a valorizzare ulteriormente il territorio di Carmignano, c´è la consapevolezza di far parte del Patrimonio dell´Umanità. Villa "La Ferdinanda", voluta dal Gran Principe Ferdinando de´ Medici, sul finire del XVII Secolo. Un riconoscimento che sarà festeggiato con tutti i cittadini, domenica 11 maggio, con un ricco carnet di appuntamenti alla villa, a partire dalla cerimonia per l´apposizione della targa Unesco che è in programma alle 11,30 alla presenza della autorità. Alle 9,30 e alle 14 sono previste due visite guidate al museo archeologico "F. Nicosia" e alla villa, ma dato l´alto numero di richieste sono in programma altrettante visite in orari diversi. Il ritrovo dei partecipanti è fissato davanti alla sede del museo, per prenotazioni e informazioni chiamare lo 055/8717124 o inviare una mail all´indirizzo parcoarcheologico@comune.carmignano.po.it.

Alle 15 la storica dell´arte Nadia Bastogi presenterà il volume di Saida Matteini "Villa medicea La Ferdinanda di Artimino", mentre è alle 16,30 l´appuntamento clou con il concerto del premio Oscar Nicola Piovani "Leçon-concert – La musica è pericolosa" una sorta racconto autobiografico nel quale Nicola Piovani condivide con il pubblico esperienze, ricordi ed emozioni di oltre quaranta anni di carriera. Ci sono gli inizi, con le musiche realizzate per i cinegiornali nella facoltà di Filosofia insieme a Silvano Agosti, il primo film e l´incontro con il grande cinema, da Bellocchio a Monicelli, dai fratelli Taviani a Nanni Moretti passando da Federico Fellini per il quale ha scritto le colonne sonore degli ultimi tre film (Ginger e Fred, L´intervista e La Voce della Luna). Sulla scia di ricordi e aneddoti il Maestro ripercorre i grandi incontri che hanno segnato la sua storia, esperienze di vita tra musica, cinema, teatro sempre accompagnate dalle note del suo pianoforte.

Il concerto, promosso dal Comune di Carmignano e organizzato da Fonderia Cultart, è realizzato grazie al contributo di Regione Toscana, Patrizia Pepe Firenze, Studio Ceri architecture & contract di Prato, Peppes Moda di Seano e BCC banca area pratese di Carmignano. Tutte le iniziative sono a ingresso libero e gratuito.

Sia il Comune di Carmignano, sia la Provincia di Prato, considerano il riconoscimento UNESCO come l´inizio di un percorso culturale che sempre più legherà la Villa al territorio e alle altre residenze medicee della piana. Al momento, si sta progettando la creazione di un gruppo di coordinamento delle ville, sul modello delle residenze sabaude e dei castelli della Loira, per poter realizzare itinerari turistici che si allarghino però al territorio, includendo l´enogastronomia, l´artigianato, e altri monumenti o musei della zona. Fare rete sul territorio e investire nella cultura sono i mezzi ad oggi più opportuni per rivitalizzare l´economia, e per diffondere sempre più la conoscenza delle nostre radici storiche.