Notizie dai Soci

Casa Ciardi Dupré. Sculture e dipinti di Giovanni Dupré e della sua cerchia

26/11/2014

fiogf49gjkf0d

Esposizione: Casa Ciardi Dupré, Borgo Pinti 61
da sabato 6 a martedì 9 dicembre, ore 10-13 e 15-19

Sempre innovativa Maison Bibelot chiude il 2014 con un’altra esposizione in loco . Dopo il grande successo di Villa Pandolfi la prossima esposizione d’asta vedrà aprirsi le porte di Casa Ciardi Duprè, famiglia erede di uno degli artisti di maggior fama dell’Ottocento non solo fiorentino: lo scultore Giovanni Duprè. Molte delle sue opere più significative come il famosissimo Abele morente, fanno parte della collezione del Museo Ermitage di San Pietroburgo . Casa Duprè, situata in un nobile palazzo in Borgo Pinti 61, si potrà visitare da sabato 6 a martedì 9 dicembre . In asta oltre ad alcune sculture dell’artista, fra cui due marmi raffiguranti Dante e Beatrice (foto), saranno battute opere di artisti suoi contemporanei: lo storico Ritratto di Giovanni Duprè da vecchio eseguito da Michele Gordigiani ed un suggestivo disegno di Antonio Ciseri, Duprè morente. Dell’artista oltre alle sculture alcuni dipinti molto rari da reperire, tra cui Il Martirio dei Maccabei, un piccolo olio su tela corredato da sei bozzetti a china ed alcuni ritratti delle figlie. Esposte anche sculture dell’amata figlia-allieva Amalia. Arricchiscono la collezione di famiglia opere di pittori Macchiaioli tra cui una grande tela del 1922 di Plinio Nomellini, Paesaggio boschivo con figure ,uno Scorcio di paese con personaggi di Angiolo Tommasi, un Ritorno dalla caccia di Ugo Manaresi ed alcune opere di Lorenzo Viani.
Fra gli arredi di Casa Duprè uno stipo monetiere in legno ebanizzato e lumeggiato in oro, marmi rari e madreperla (foto) eseguito a Venezia, ultimo quarto del XVI secolo. Si tratta di un importante e raro arredo decorato in oro su fondo nero “alla persiana”: realizzato in stile architettonico e impreziosito da marmi pregiati, pietre dure e piccole formelle in madreperla dipinta Senza tralasciare una coppia di pannelli in scagliola, Scuola fiorentina del XVII secolo, decorati in policromia con pappagalli appollaiati su alberi da frutta, entrambi racchiusi in antiche cornici.
Un bel pianoforte a mezza coda Steinway, troneggia nella biblioteca studio con una raccolta di libri di letteratura, arte, musica e scienze del XIX/XX secolo e tante curiosità che arricchiscono l’arredo di questa storica casa.


Da Murano a Pietroburgo museo Ermitage. Signoretto lampadari al Museo Ermitage

25/11/2014

fiogf49gjkf0d

Articolo apparso su "Internazionale."

Roma, 21 nov 2014 – L’appuntamento e’ per venerdi’ 28 novembre alleore 14.30 in uno dei piu’ ricchi musei al mondo, il Museo Statale Ermitage di San Pietroburgo, che quest’anno festeggia il suo 250esimo anniversario. Proprio qui, Signoretto Lampadari inaugurera’ con una cerimonia i sette prestigiosi chandelier che l’azienda ha donato all’Ermitage, creati direttamente nella piccola ma celebre isola di Murano, adagiata nella laguna veneta a poca distanza dalla citta’ di Venezia, dove la piu’ autentica arte italiana del vetro si coltiva da secoli. L’evento e’ organizzato dal Museo Ermitage, il Consolato Generale d’Italia a San Pietroburgo e Signoretto Lampadari in collaborazione con Societa’ Italia, suo distributore nei territori di Russia e Paesi CSI,Paesi baltici, Ucraina e Georgia, e vedra’ la partecipazione del Direttore del museo Mikhail Piotrovskij, alla guida dell’Ermitage da oltre vent’anni. In questa cerimonia le opere firmate Signoretto Lampadari saranno ufficialmente accolte nel regio palazzo della Capitale del Nord. L’occasione da cui nasce questa progetto si e’ presentata due anni fa nel corso della presentazione ufficiale dell’Associazione Amici del Museo Ermitage (Italia) presieduta dal Cav. Francesco Bigazzi, avvenuta negli spazi del Museo. Da questa prima conoscenza tra l’azienda veneziana e la celebre istituzione pietroburghese, si stabiliscono i presupposti della collaborazione. L’Ermitage infatti ha in gestione una nuova ala museale, che si estende nel Palazzo dello Stato Maggiore. I sei saloni di questa nuova ala saranno la collocazione perfetta per l’allestimento dei 7 magnifici chandelier che la Signoretto Lampadari ha creato in esclusiva. Per l’allestimento di queste opere di luce, l’azienda di Murano ha ideato e proposto al Museo una serie di nuovissimi progetti di lampadari, curati ad hoc dal designer Omar Signoretto. Tra le decine di proposte presentate ne e’ stata selezionata una a tema floreale. Il risultato e’ un’installazione di ben 7 lampadari, di cui uno piu’ grande al centro, circonferenza 2.40m e altezza 1.70m, e altri 6 piu’ piccoli, misura 0.80×0.80m. Tutti con i bracci a foggia di calla, il fiore della bellezza e dell’eternita’. Il momento clou nella messa in atto di questo progetto e’ stata la definizione e composizione del colore. E’ nata cosi’, commissionata direttamente dal Museo, una nuance inedita definita grigio-verde Ermitage. Queste opere di luce,realizzate in due mesi di intenso lavoro, avranno il copyright Signoretto con disegnodepositato.


"Via Santo Spirito, botteghe aperte"

17/11/2014

fiogf49gjkf0d

Via Santo Spirito è una strada speciale, una strada che regala emozioni e magia, le botteghe fanno a gara a vestire le loro vetrine non solo con i loro prodotti ma anche con una storia che racconta l´amore per le cose belle custodite all´interno. Per questo alcuni esercenti della strada hanno deciso di creare l´evento:
"Via Santo Spirito, botteghe aperte"
Le botteghe aderenti resteranno aperte per tutto il fine settimana, per far conoscere ai visitatori i loro prodotti unici e particolari. Quest´anno il leit motiv del week end sarà
"i libri e le botteghe".
E´ stata scelta una casa editrice: Idea Books che metterà in vendita a prezzo scontato in tutti gli atelier e i negozi interessati libri riferibili alle varie attività, per esempio: mobili e arredamento, giardini e fiori, tessuti, accessori e moda, volumi dedicati a importanti città europee e libri per bambini.
Saranno proposti i Libri come oggetti d´arte realizzati con "scampoli" di legno, una performance dell´artista Giovanni De Gara che percorrerà Via Santo Spirito con un carretto/libreria per presentare le sue opere: libri ricavati da scarti di legno recuperati da mobili da buttare, bancali rotti, scarti di falegnameria. Niente è stato aggiunto o tolto: graffi, cicatrici, timbri, scritte raccontano alcuni anni della vita di un albero e ne ripropongono le vicende come veri e propri reperti della nostra civiltà.
I Libri Bianchi dell´artista Lorenzo Perrone, che usa libri veri e li porta a nuova funzione; da libri da sfogliare a libri scultura in gesso, avvolti in vernice bianca. Lorenzo Perrone lavora alla serie dei Libri Bianchi dal 2000 e le sue opere sono esposte in Italia ed all´estero.

In occasione di questo evento ho deciso di esporre e mettere in vendita alcuni pezzi come invito al tappeto antico per nuovi appassionati, presentando una collezione di studio, composta da frammenti e piccoli tappeti tribali. Inoltre, proprio per invitare alla lettura ho deciso di fare un po´ di spazio nella mia biblioteca, cedendo libri, cataloghi e riviste a prezzo scontato. Sono pubblicazioni spesso rare, tutte dedicate all´arte del tessile e del tappeto antico. Pertanto a partire da 22 Novembre e sino alla fine del mese, oltre ad essere come sempre disponibile su appuntamento, sarò aperto tutti i pomeriggi (15-19) nel piccolo Showroom al piano terreno di Palazzo Frescobaldi in via S.Spirito 11 per illustrare i tappeti, i frammenti ed i tessuti in vendita, assieme ai libri che ne parlano.


Tavola Rotonda Expo 2015

12/11/2014

fiogf49gjkf0d

Retalco è stata invitata a partecipare alla tavola rotonda organizzata dal mensile Espansione sul tema Expo 2015.
E’ intervenuto Eugenio Gori, AD di Retalco, che ha illustrato il trend positivo del commecio elettronico nel nostro paese e le iniziative che Retalco riserva alle aziende che interverranno ad Expo. L’articolo è presente nel numero di ottobre di Espansione, attualmente in edicola. Ecco l’intervento di Eugenio Gori, “Tralasciando le discussioni politico/ giudiziarie, Expo è un evento in grado di dare un’ottima chance di visibilità alle aziende italiane, che potranno promuoversi e stringere alleanze strategiche per il proprio sviluppo, in una cornice mediatica internazionale. Nel settore ecommerce, abbiamo registrato nel 2013 un 23% per le vendite delle aziende del Made in Italy e il trend si conferma in continua crescita. È proprio sulla visibilità data da Expo che Retalco sta realizzando un’offerta rivolta alle aziende aderenti all’evento, per offrire a ciascuna una propria vetrina ecommerce: un progetto ambizioso, ma in grado di fornire a tutte le Pmi un approccio strategico al canale di commercio digitale, per ottimizzare la propria competitività nell’export con budget compatibili alle proprie risorse."


Retalco Sponsor del Gran Galà ANT 2014

12/11/2014

fiogf49gjkf0d

Retalco partecipa come sostenitore ufficiale al Gran Galà organizzato da Fondazione Ant il 24 ottobre nello splendido Salone dei Cinquecento, nel Palazzo Vecchio di Firenze. L’evento è realizzato per raccogliere fondi a sostegno dell’assistenza socio-sanitaria domiciliare gratuita ai sofferenti di tumore e dei progetti di prevenzione oncologica di Ant. La serata, presentata da Miss Simpatia 2012 Veronica Maffei e da Stefano Baragli, ha avuto come madrina d’eccezione Laura Freddi, e importanti ospiti del mondo dello spettacolo come la Marchesa D’Aragona e l´attore Renato Raimo.


Arti Orafe - Restauratori Ermitage a Firenze

24/10/2014

fiogf49gjkf0d

Malkiel Svetlana e Ilya Morozow sono stati ospitati nel mese di settembre dalla scuola Le Arti Orafe Jewellery School a Firenze per un corso di incisione a bulino, la raffinata, ricercata e sottile arte nella quale la tecnica di lavoro e il gusto per l´ornamento convivono in modo ammirabile ed ha i suoi migliori maestri in Toscana.
I due vincitori della borsa di studio sono arrivati da San Pietroburgo a Firenze tramite l’Associazione Amici dell’Ermitage per imparare questa tecnica che può essere utilizzata con ottimi risultati anche nella creazione di gioielli contemporanei.
Col bulino esercitando una maggiore o minore pressione ed asportando più o meno materiale (metallo) è possibile ottenere dei disegni su lastra realizzati con estrema delicatezza e precisione.

Il programma svolto nelle 100 ore di lezione è stato il seguente:
Incisione su lastra piana
Le linee, le onde, i cerchi
L’ornato fiorentino
“Tremble”, lavorazione in granito e setato
Esercizi di disegni figurativi
Disegni in “chiaro-scuro”
Incisione di un anello in piano
Incisione di un anello in tondo, con la tecnica “Buccellati”
Esercizio finale su lastra


Alla fine del corso è stato consegnato loro un attestato di partecipazione al corso.


Articolo su "La Repubblica"

22/10/2014

fiogf49gjkf0d

Un articolo uscito su "Repubblica"  con un intervento  del Presidente dell´Associazione Amici Ermitage Italia Francesco Bigazzi.

 


Dipinti e grafica dei Maestri d’arte moderna e contemporanea in asta

11/09/2014

fiogf49gjkf0d

Importante presenza dell’ arte moderna e contemporanea nell’asta del 25 / 26 settembre 2014, un settore che da molte aste mantiene i migliori risultati . Molte le opere di pittura e grafica che saranno battute da Elisabetta Mignoni .Fra i protagonisti più significativi d’arte moderna certamente Ardengo Soffici, Quinto Martini, Remo Squillantini ,Sergio Scatizzi, Mino Maccari , Antonio Possenti , George Lilanga ,Giovanni March per la pittura e Paul Gauguin, Pablo Picasso, Giorgio de Chirico, Lucio Fontana per la grafica. Fra i lotti di pittura : Sergio Scatizzi (1918-2009) Paesaggio a Volterra –olio su cartone, firmato e datato, al verso firmato e titolato, in cornice cm 50x70 (valutazione 1.200,00); Remo Squillantini (1920-1996) Coppia di Donne Anni Ottanta, olio su tavoletta, firmato, in cornice cm 60x50 (valutazione 1.800,00); Quinto Martini (1908-1990) Le cucitrici, olio su tavola, al verso firmato e datato 1988, in cornice cm 84x62 (valutazione 7.000,00) Mino Maccari (1898-1989) Ritratto femminile 1954, olio su tavoletta 23 x 18(valutazione 1.000,00) ; Ardengo Soffici (1879-1964) Paesaggio a Poggio a Caiano 1947,olio su cartoncino applicato a tela , cm 50,5 x 40 (valutazione 16.000,00)
Fra le opere di grafica : Paul Gauguin e Armand SeguinLa femme aux Figues- acquaforte 26x41 ,tiratura postuma eseguita dopo la biffatura della lastra (valutazione 450,00) ; Pablo Picasso –Farfalla e fiore- 1950 litografia 32x 24 (valutazione 300,00) ; Giorgio de Chirico –Cavallo fuggente -1954 litografia 34 x 43 (valutazione 500,00); Lucio Fontana  - Nudo –1964 acquaforte 24x20(valutazione 550,00)
Catalogo on line

Esposizione da sabato 20 a lunedì 22 settembre 2014

MAISON BIBELOT
Corso Italia, 6 - 50123 Firenze
tel 055 295089 - fax 055 295139
WWW.MAISONBIBELOT.COM


Mostra Equilibrum - Museo Salvatore Ferragamo

01/09/2014

fiogf49gjkf0d

Il Museo Salvatore Ferragamo è lieto di accogliere i membri dell’associazione Amici dell’Ermitage il giorno martedì 30 settembre 2014 per una visita guidata alla mostra Equilibrium presso Palazzo Spini Feroni, in Piazza Santa Trinita 5R, Firenze.

Il tema della mostra verte appunto sull´equilibrio prendendo spunto dagli scritti di Salvatore Ferragamo; i suoi studi e le sue creazioni, le scarpe, sono serviti da stimolo ad un’indagine approfondita dell’argomento. Ampio spazio è dedicato alla danza, al funambolismo, agli acrobati, all’architettura e all’archeologia con opere di altissimo livello provenienti da musei, istituzioni pubbliche e private e gallerie di tutto il mondo.

Chiediamo cortesemente di inviare conferma della partecipazione alla visita al Cavalier Francesco Bigazzi telefonando al numero 055 5387819 oppure inviando un’email all’indirizzo info@amiciermitage.it


La Villa Medicea di Artimino ottiene lo status UNESCO di Patrimonio dell´Umanità

04/07/2014

fiogf49gjkf0d

Una giornata di festa a Carmignano per celebrare l´ambito riconoscimento.
CARMIGNANO (Prato) - Da oggi, a valorizzare ulteriormente il territorio di Carmignano, c´è la consapevolezza di far parte del Patrimonio dell´Umanità. Villa "La Ferdinanda", voluta dal Gran Principe Ferdinando de´ Medici, sul finire del XVII Secolo. Un riconoscimento che sarà festeggiato con tutti i cittadini, domenica 11 maggio, con un ricco carnet di appuntamenti alla villa, a partire dalla cerimonia per l´apposizione della targa Unesco che è in programma alle 11,30 alla presenza della autorità. Alle 9,30 e alle 14 sono previste due visite guidate al museo archeologico "F. Nicosia" e alla villa, ma dato l´alto numero di richieste sono in programma altrettante visite in orari diversi. Il ritrovo dei partecipanti è fissato davanti alla sede del museo, per prenotazioni e informazioni chiamare lo 055/8717124 o inviare una mail all´indirizzo parcoarcheologico@comune.carmignano.po.it.

Alle 15 la storica dell´arte Nadia Bastogi presenterà il volume di Saida Matteini "Villa medicea La Ferdinanda di Artimino", mentre è alle 16,30 l´appuntamento clou con il concerto del premio Oscar Nicola Piovani "Leçon-concert – La musica è pericolosa" una sorta racconto autobiografico nel quale Nicola Piovani condivide con il pubblico esperienze, ricordi ed emozioni di oltre quaranta anni di carriera. Ci sono gli inizi, con le musiche realizzate per i cinegiornali nella facoltà di Filosofia insieme a Silvano Agosti, il primo film e l´incontro con il grande cinema, da Bellocchio a Monicelli, dai fratelli Taviani a Nanni Moretti passando da Federico Fellini per il quale ha scritto le colonne sonore degli ultimi tre film (Ginger e Fred, L´intervista e La Voce della Luna). Sulla scia di ricordi e aneddoti il Maestro ripercorre i grandi incontri che hanno segnato la sua storia, esperienze di vita tra musica, cinema, teatro sempre accompagnate dalle note del suo pianoforte.

Il concerto, promosso dal Comune di Carmignano e organizzato da Fonderia Cultart, è realizzato grazie al contributo di Regione Toscana, Patrizia Pepe Firenze, Studio Ceri architecture & contract di Prato, Peppes Moda di Seano e BCC banca area pratese di Carmignano. Tutte le iniziative sono a ingresso libero e gratuito.

Sia il Comune di Carmignano, sia la Provincia di Prato, considerano il riconoscimento UNESCO come l´inizio di un percorso culturale che sempre più legherà la Villa al territorio e alle altre residenze medicee della piana. Al momento, si sta progettando la creazione di un gruppo di coordinamento delle ville, sul modello delle residenze sabaude e dei castelli della Loira, per poter realizzare itinerari turistici che si allarghino però al territorio, includendo l´enogastronomia, l´artigianato, e altri monumenti o musei della zona. Fare rete sul territorio e investire nella cultura sono i mezzi ad oggi più opportuni per rivitalizzare l´economia, e per diffondere sempre più la conoscenza delle nostre radici storiche.